Contact : 347 6318429

All Posts Tagged: vitamina b1

Le proprietà benefiche del Limone della costiera Amalfitana

I limoni sono i frutti dell’albero di limone il cui nome botanico è Citrus limon, una pianta appartenente alla famiglia delle Rutaceae. Il suo tipico colore giallo dipende dai bioflavonoidi, composti che contengono flavoni, un pigmento naturale organico che dà  colore a piante, fiori e frutti.

I limoni contengono anche altre sostanze, come limonina e limonene, che limitano i danni cellulari da cui possono derivare la formazione di tumori. A supportare l’azione benefica del limonene contribuiscono anche i citroflavonoidi (esperidina, diosmina e rutina) quali potenti antiradicali liberi dagli effetti ipocolesterolemizzanti e capillaroprotettrici. Il succo costituisce circa il 30% del peso del frutto e contiene dal 6 al 8% di acido citrico, citrati di calcio e potassio, sali minerali e oligoelementi quali ferro, fosforo, manganese, rame, grandi quantità  di vit B1, B2 e B3, carotene, vit A, vit P ma soprattutto vit C , fino a 50 mg/100 g di prodotto.

Il Limone della costiera Amalfitana, noto anche come Sfusato Amalfitano, è un prodotto ortofrutticolo italiano a Indicazione geografica protetta. Questo frutto presenta caratteristiche esclusive e si differenzia dai limoni della vicina area Sorrentina per le diverse modalità  di coltivazione e per proprietà  organolettiche differenti.

Infatti presenta una buccia di spessore medio e di colore giallo chiaro, ricca di oli essenziali e terpeni. Possiede una polpa succosa e moderatamente acida, con scarsa presenza di semi ed è ricco di acido ascorbico, ossia di Vitamina C. Tant’è che in passato, una maggiore diffusione di questo frutto si ebbe in tutta la costa, poiché le sue proprietà  favorivano la guarigione dello scorbuto, malattia dovuta alla carenza proprio di vitamina C. Per gli amalfitani, storicamente famoso popolo di navigatori, era determinante poter disporre sulle proprie navi di scorte di limoni. Così nell’XI secolo, la Repubblica di Amalfi decretò che a bordo delle navi ci fossero sempre provviste di questi meravigliosi frutti.

Il limone quindi è consigliato in caso di influenze, malattie infettive, anemia, nausea, reumatismi, inappetenza, bronchiti, arteriosclerosi, digestioni difficili, insufficienza epatica, diabete, come rimedio per la gotta, ipertiroidismo e calcoli renali.

I limoni sono anche fortemente dissetanti, sia per il contenuto in acqua, sia per le concentrazione in sali minerali ed acido citrico.

 

Il limone aiuta a dimagrire? Facciamo chiarezza

Il limone ha spiccate proprietà  diuretiche che favoriscono il processo di disintossicazione, aiutando il metabolismo a funzionare correttamente, per questo coadiuvante di una dieta da dimagrimento. Inoltre grazie alla ricchezza di pectina, aiuta a contenere l’appetito e a depurare in caso di eccessi alimentari. Il succo di limone non presenta particolari controindicazioni: può essere assunto da tutti, grandi e piccini. Alcuni sostengono che il succo di limone possa nuocere alla mucosa dello stomaco per la sua spiccata acidità ; a dire il vero, le pareti dello stomaco sono strutturate per tollerare pH decisamente più aggressivi ed il semplice succo di limone non può incidere sull’integrità  di una mucosa sana. Il suo abbinamento con acqua tiepida, bevuta al mattino a stomaco vuoto , stimola il lavoro dell’apparato gastrointestinale , facilita la digestione, creando un ambiente alcalino e favorendo, così, il benessere di tutto l’organismo. Infatti considerate le elevate concentrazioni di acido citrico, il limone è un alimento fortemente alcalinizzante, indicato nelle diete depurative ed in quelle mirate alla prevenzione delle calcolosi biliari e renali da accumulo di cistina ed acido urico. La vitamina C, il potassio e il magnesio invece, hanno effetti benefici e antiossidanti, attivi anche sul fegato, che è l’organo depurativo per eccellenza.

Inoltre l’acqua tiepida con il succo di limone stimola la peristalsi intestinale, favorendo l’evacuazione. L’azione dell’acqua tiepida, insieme al succo di limone, appena svegli, aiuta a sbloccare anche l’intestino più pigro. Al succo di limone vengono riconosciute anche proprietà  astringenti, che in effetti ha, e per questo si pensa erroneamente che non sia adatto alle persone che soffrono di stitichezza, ma non è così.

Nel caso in cui sia già  presente una patologia gastrica, preferibile comunque non consumare limone o succo di limone fuori pasto.

Continua